Le principali fonti di colori naturali

Cartamo (Golrangh): il nome scientifico di questa pianta è “Carthamus Tinctorius L.” e in Iran è popolarmente conosciuto come golrangh. La pianta cresce fino all’altezza di un metro. Le sue foglie sono spinose e lucenti. I fiori di questa pianta sono inizialmente color zafferano, che in seguito diventano rossi. I tintori iraniani usano i petali per tingere la fibra di seta a un rosso dorato.

Madder (Ronas): Il nome botanico di questa pianta è “rubia Tinctorum”, ma la varietà di questa pianta che cresce in Iran è chiamata Rubia Peregrina. La pianta è coltivata nelle aree di Azarbaijan, Mazandaran, Kerman e in alcune parti centrali dell’Iran. Produce colori rossi naturali. La radice di questa pianta cresce di circa due metri nel suolo sabbioso, da cui si ottiene una migliore essenza di colore. La radice della pianta ha una sostanza denominata “acido Rabitric” composta da zucchero e essenza di colore chiamata Alizarina. Per produrre il colore rosso, la radice viene estratta nel tardo autunno ed essiccata al sole o in forni speciali (60 gradi centigradi). Tuttavia, il colore migliore si ottiene, se viene essiccato all’ombra. Nel processo di tintura i tintori iraniani usano generalmente latte acido che contiene acido lattico. Con l’uso di questo processo ottengono colori veloci e brillanti.

Cocciniglia (Ghermez Daneh): il nome scientifico “Coctu cacti”. L’esistenza e l’uso di questo insetto è noto da tempo per la preparazione di colori rossi naturali. La sostanza rossa che è un composto di “acido carminico”, trasuda dal corpo di questo insetto. L’insetto si è sviluppato sulle rive del Golfo Persico e del Mare di Oman e in parti del Baluchestan. Le varie specie di cocciniglia vivono sugli alberi di quercia e cactus e aumentano con tale rapidità che coprono tutti i rami.

Zafferano (Zaferan): il nome botanico “Crocus Sativus” è una pianta bulbosa. Viene coltivato nella zona di Ghaenat e Birjand della provincia di Khorasan in Iran. Molto apprezzato per il suo sapore e sapore, è usato per migliorare la qualità del cibo. A causa della sua domanda mondiale, il prezzo ha avuto un aumento fenomenale; quindi, non è più usato come colorante.

Logwood (Bagham): nome botanico “Haematoxylon Campechianum”. È un albero spinoso. La sua corteccia viene bollita e la linfa che ne deriva viene trasformata in polvere o in forma cristallizzata. Viene quindi utilizzato per tingere i colori naturali nero e grigio. L’esposizione alla luce solare non influisce sui colori prodotti dal legno. Insieme a diversi mordenti logwood prodotto colori viola, viola, grigio e nero. Per ottenere il colore nero puro, i tintori iraniani usano una miscela di legno di pino e Esparak.

rugeast è un negozio online per i tuoi tappeti preferiti. Rugeast ha lavorato a stretto contatto con paesi produttori come Iran, India, Pakistan, Nepal e Cina per decenni.

visita il nostro sito e ordina i tuoi desgins preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

preloader